Recensioni

   Testimonianze critiche

 
    La pittura dell’artista Ferrante non è solo immagine delle cose, ma è soprattutto commozione interiore che percepisce il significato misterioso della realtà e lo trasforma in colore, forma e simbolo.

Ogni opera dell’artista è una poesia, un viaggio testuale nato dalla spinta emotiva della creazione artistica, bilanciato sulla compresenza di elementi linguistici ed elementi cromatici (il rosso sopra a tutto).

Nelle sue pitture Ferrante rappresenta uno stato d’animo come intuizione della vita.

La dimensione individuale viene interpretata all’interno dell’universo materiale, immortalata sulla tela come attimo di rappresentazione assoluta, come metonimia, parte che rappresenta il tutto.

Orme, scarpe, cappelli, sigarette spente, dischi, pentagrammi: sono gli uomini, le donne, le musiche, i desideri, le attese, la vitalità, la rabbia, la nostalgia e l’amore che l’artista ci presenta.

La raffigurazione è la caratterizzazione della rispondenza interiore, della percezione della realtà del pittore. Tutta la sua opera allude alla solitudine, alla melanconia, al desiderio, alla sensualità, alla  passione, alla forza,  al movimento, a quell’insieme di sentimenti e stati d’animo che sono condizione imprescindibile del tango.

Elena Bastelli. 

 

 

   La pittura di Alejandro Ferrante è “Psicopittura”.  Cosi secondo Freud la psicopittura nasce dall’inconscio: il pittore proietta le propie pulsioni profonde nell’ opera d’arte e la presenta al mondo perchè questi possa assumere la coscienza di incontrare per se stesso il suo vero significato.

                                                                                                                       Ibrahim Kodra


La sua Pittura e particolarmente originale. La cifra stilistica di Ferrante è costituita da un ricco universo di oggetti,figure,silhouette,rappresentazioni bidimensionali unite a inserti tridimensionali; a questi si aggiungono iscrizioni, frasi vergate con una grafica minuta, poesia che vanno a integrare e a completare l’essenza degli oggetti.
Il tutto sovrapposto fondali di gusto informale, matrici, violenti nelle cromie utilizzate, saturi di tensioni e suggestioni.
Le simbologie si intersecano e danno vita a nuovi motivi. Nuove allusioni, da meditare e in cui immergersi completamente, alla ricerca di una comprensione piena.


                                                                                                   Andrea Coppini


 

© 2017 Alejandro Ferrante, Tango e Arte
credits